Rifugio delle Marmotte mt. 2142

Il Rifugio delle Marmotte si trova nel vallone di Entrelor, in Val di Rhemes all’interno del Parco del Gran Paradiso, nelle Alpi Graie. Il Rifugio e`gestito dai volontari dell’O.M.G. (Operazione Mato Grosso), perlopiu`giovani, i quali si impegnano gratuitamente per i poveri dell’America Latina.

🏁 Punto di partenza: Rhêmes-Notre- Dame mt. 1735 circa

⚠️ Difficoltà:          E 

Sviluppo:           6,2 Km

📈 Dislivello:           450 Mt. circa

⏱️ Tempi:                Andata  1 ora – Ritorno 45 min.+ 15 min. deviazione cascata – Totale  2 ore.

📅 Data escursione:     23/08/2019

🚥 Periodi consigliati:   Il Rif. e`aperto nei w.e. da meta`Marzo a meta`Maggio e da fine Giugno a fine Settembre

🔎 Valutazione:         ⭐⭐⭐

Accesso:

Da Genova con l’autostrada A10 fino a Voltri, quindi su A26 fino a Santhia`e A5 fino ad Aosta. Usciti dall’autostrada in corrispondenza della deviazione per l’autoporto (conviene uscire qui, vi e’ un risparmio di circa 15 euro rispetto a Saint Pierre) si procede in Corso Ivrea. Via Roma, Via Parigi, quindi si attraversa la Fraz. la Grenade, Fraz. Arensod, Fraz. St. Maurice, Sarre, Saint Pierre e Villenueve. Qualche centinaio di metri dopo il paese si svolta a destra seguendo le indicazioni per Rhemes Notre Dame. Quindi si procede su SR23 che supera Introd e prende a salire fino ad un bivio, dove bisogna abbandonare la SR23, per la Valsavaranche e seguire a destra la SR24 che risale la valle superando Rhêmes Saint George e le varie frazioni di Rhêmes Notre-Dame fino al raggiungimento del capoluogo, Bruil, dove al termine del paese sulla sinistra vi e`un ampio parcheggio.

Itinerario:

Dal parcheggio al termine di Rhêmes-Notre-Dame mt. 1735 si segue per pochi metri la sterrata  che aggira il parcheggio ed in breve conduce ad un ponte in legno che permette di attraversare la Dora di Rhêmes. Superato il ponte si giunge ad un bivio, dove vanno bene entrambe le soluzioni: a destra la sterrata dopo poco compie un tornante verso sinistra, mentre andando a sinistra si abbandona quasi subito sterrata per seguire una traccetta che permette di raggiungere l’attacco del sentiero 10 e l ’Alta Via n. 2. Seguendo questa ipotesi con breve risalita si sbuca sulla sterrata trascurata, che bisogna seguire ora a sinistra solo per pochi metri in quanto, in corrispondenza di un tornante, la si abbandona per seguire il sentiero seguendo l’indicazione per Entrelor Sort. Il sentiero prende a salire fra prati e rado bosco di conifere approdando in breve all’alpeggio “A. Pre du Bois” mt. 1789, in 5 min. circa. In falsopiano si rasenta la costruzione quindi si ritorna a salirenel bosco raggiungendo un bivio, dove bisogna trascurare a sinistra i sentieri 9A per Chanavey e 10 per il casotto PNGP di Sort, per procedere invece a destra seguendo il 9B e 10 con indicazione per la Cascata e il Colle d’Entrelor, in altri 10 min. circa. Il sentiero procede ora in falsopiano, affiancato sulla sinistra da un minuscolo rio, permettendo cosi`di raggiungere un nuovo bivio, in 5 min. e 20 min. totali, dove si trascura il  9B che conduce alla cascata (che andremo a vedere al ritorno), per seguire il 10 con indicazione per il Colle d’Entrelor. Il sentiero prende ora a salire piuttosto ripido con numerosi tornanti all’interno di un bel bosco di conifere per poi uscirne in corrispondenza di una croce in legno a 2091 mt. circa, dopo 25 min. dal bivio e 45 min. totali. Ora si procede nell’ampio pianoro adibito a pascolo in moderata salita approdando in breve ad un bivio, dove si trascura la traccia che procede dritta per seguire il sentiero principale a destra con indicazione per il Rifugio delle Marmotte. Attraversando un’ampia zona prativa si perviene in altri 15 min. dalla croce e 1 ora totale all’alpeggio Entrelor, dove sorge il Rifugio delle Marmotte mt. 2142. Ridiscesi in circa 35 min. fino al bivio 9B/10 , volendo raggiungere la cascata, si procede sul 9B che in moderata salita giunge ad un bivio dove si trascura a sinistra il 10A, che risale verso il Rifugio, il 9B che scende a destra verso Pellaud e si continua dritti sempre sul 9B che in falsopiano conduce alla bella Cascata d’Entrelor. Ritornati al bivio (la deviazione comporta fra andare e tornare circa 15 min.), si discende per il sentiero dell’andata fino al parcheggio, in altri 10 min. e 2 ore totali.

Galleria fotografica:

Grafici del percorso:

Commenti:

Essendo in loco per la “Festa della birra a caduta” ho effettuato con la famiglia e amici questa escursione molto semplice con poco sviluppo e dislivello, ideale appunto per le famiglie con bambini e per i meno allenati. Il Rifugio e` gestito perlopiu`da giovani volontari dell’O.M.G. (Operazione Mato Grosso) e il ricavato e`devoluto in beneficienza ai poveri dell’America Latina. Gentilezza, cordialita` e cibo genuino (poca scelta a dire il vero) ne fanno una meta piacevole se si hanno poche pretese escursionistiche….per chi invece ha voglia di macinare ulteriori km e dislivello puo` proseguire verso il Colle d’Entrelor o ancora verso Punta Percia Nord (meta che avevo in mente ma il tempo materiale insufficiente e il meteo non perfetto mi han fatto desistere). Molto bella anche la cascata, visibile con modesta deviazione. 

 

Precedente Pic de Rochebrune mt. 3320 Successivo Cascate del Rutor

Lascia un commento