Crea sito

Monte Croce dei Fò, Monte Bado e Monte Becco mt. 975-911-894

Il Monte Croce dei Fò è una montagna dell’ Appennino Ligure che si trova nel comune di Bargagli, alle porte di Genova e a cavallo tra l’alta Val Bisagno, l’alta Val di Lentro e l’alta Val Fontanabuona. Costituisce il punto più elevato della catena appenninica costiera genovese, tuttavia lievemente decentrato verso l’interno, addossato al contrafforte rilegante il sottogruppo allo spartiacque principale. Vetta dal nome particolare, il toponimo “fò” significa “faggio” in dialetto genovese.

🏁 Punto di partenza: Sant’Alberto di Bargagli mt. 678

⚠️ Difficoltà:          E 

Sviluppo:           

📈 Dislivello:          

⏱️ Tempi:              Andata 1 ora 10 min. – Ritorno 30 min. – Totale 1 ore 40 min.

📅 Data escursione:      03/12/2008

🚥 Periodi consigliati:    Autunno, Inverno e inizio Primavera

🔎 Valutazione:         ⭐

Accesso:

Da Genova seguire la SS45 che procede in direzione di Bargagli. Giunti in paese, all’altezza del semaforo, si svolta a destra seguendo l’indicazione per Sant’Alberto su SP82 che risale prima Via Moresco, poi Via Cevasco e infine Via Giacomazzi giungendo così a Sant’Alberto, nel punto in cui la strada si biforca (a destra scende verso Traso e a sinistra verso Maxena) e dove si può lasciare l’auto nella piazzetta davanti al Bar-Ristorante Rosabruna.

Itinerario:

Da Sant’Alberto mt. 678 si segue il segnavia   pianeggiante nel bosco. Dopo poco si supera un piccolo rio che forma una cascatella e si prosegue con leggeri sali-scendi. Con qualche tornantino si giunge poi, in 20 min. circa, al Colle del Bado mt. 760. Qui si svolta a destra e si sale per tracce il ripido pendio erboso contrassegnato dal segnavia che, in altri 20 min. circa, conduce in vetta al Monte Croce dei Fo’ mt. 975. Si scende nuovamente al Colle, in  5 min. circa, per poi risalire il soprastante pendio erboso senza alcuna traccia approdando così all’evidente cima del Monte Bado mt. 911, in 15 min. dal Colle. Procedendo ora per crinale, che dapprima indica il segnavia   per poi diventare tracce non segnate, in leggera discesa conduce ad una grotta. Da qui si risale di qualche metro fino alla cima del Monte Becco mt. 894, in 10 min. dal Bado. Per il ritorno si arriva al punto dove sparisce il segnavia e si svolta a sinistra su una traccia che trascura la cima del Monte Bado, aggirandolo in moderata discesa, e giunge in 15 min. al Colle del Bado. Ora si procede sul    come per l’andata fino ad arrivare in circa 15 min. a Sant’Alberto. 

Galleria fotografica:

Commenti:

Percorso non molto entusiasmante ma bel panorama dalle tre vette. In realtà all’andata per giungere al Monte Croce dei Fo’ non ho percorso il (ma l’ho percorso solo al ritorno) perché cercavo il sentiero che in una cartina in mio possesso (non ben dettagliata) lo faceva apparire corrispondente al per un tratto per poi staccarsi e giungere direttamente in vetta senza passare dal Colle. Ma pur cercando questo segnavia non sono riuscito a trovarlo ed ho deciso di intraprendere un altro percorso: ovvero dalla piazza di Sant’Alberto sono sceso su strada asfaltata che porta a Traso per poi svoltare a sinistra sempre su asfalto (strada che porta al Monte di Traso). Poi, nei pressi di una casetta diroccata ho abbandonato l’asfalto per inerpicarmi fra terrazzamenti, rovi e boschetto. All’altezza di un’altra casetta diroccata sono uscito dal bosco per poi risalire il pendio erboso fino alla sommità e piegare quindi a destra su tracce ed arrivare infine in vetta al Monte Croce dei Fo’ in 40 min. circa. Percorso che ovviamente SCONSIGLIO VIVAMENTE. Giunto poi alla piazzetta mi sono accorto che il partiva proprio accanto al ristorante e non era per nulla in comune con l’altro sentiero ma solo parallelo per un breve tratto…poco male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *