Crea sito

Forte Diamante mt. 672

Il Forte Diamante è uno dei forti di Genova, che sono un insieme di fortificazioni militari risalenti a diverse epoche, che la Repubblica di Genova edificò a difesa del territorio urbano nel corso della sua storia. I progetti di edificazione vennero ripresi e utilizzati in epoca napoleonica, risorgimentale e durante la prima e la seconda guerra mondiale. Questo sistema difensivo scandisce gli eventi di buona parte della storia cittadina, quasi a punteggiare la complessa teoria delle sette cinte murarie che si sono sovrapposte nel tempo. Fra queste, le mura sei-settecentesche che cingono ancora oggi a corona le alture che costituiscono il primo contrafforte dell’ormai prossimo Appennino Ligure e rappresentano la più lunga cinta muraria in Europa e la seconda al mondo, dopo la grande muraglia cinese

🏁 Punto di partenza: Genova Righi mt. 350 Circa

⚠️ Difficoltà:          E 

Sviluppo:           

📈 Dislivello:          

⏱️ Tempi:                     Andata 45 min. – Ritorno 35 min. – Totale 1 ore 20 min.

📅 Data escursione:      09/11/2008, ultimo sopralluogo su uguale percorso 09/04/2011

🚥 Periodi consigliati:   Autunno, Inverno e inizio Primavera

🔎 Valutazione:         ⭐

Accesso:

Da Genova si percorre C.so Monte Grappa quindi, appena superato un tornante, bisogna svoltare a sinistra su Via Monte Cengio per poi svoltare poco dopo a destra su Via Mura dello Zerbino. Procedendo su di essa e superata Piazza dello Zerbino ci si mantiene a destra risalendo fino a raggiungere la stazione del Trenino di Casella, dove si svolta bruscamente a sinistra. Procedendo ora in ripida salita su Via Mura di San Bartlolomeo si giunge ad uno stop ove bisogna svoltare a destra e seguire Via Carso. Giunti poi dopo alcune svolte ad un crocevia di strade, si trascura Via Carso a destra ed immediatamente dopo si svolta a destra sulla ripidissima Via Sant’Erasmo. Questa prosegue lungamente fino a sbucare ad uno spiazzo in corrispondenza della Funicolare Righi-Zecca, punto in cui si procede dritti in salita su Via Mura delle Chiappe fino ad un bivio, ove si si mantiene a destra su Vai del Peralto. Superato una passerella metallica si risale raggiungendo poi la strettoia dell’arco in corrispondenza dell’Ostaia du Ricchetto, oltre il quale in breve si perviene all’ampio spiazzo che precede la deviazione a destra per Via delle Baracche, dove  si può lasciare l’auto.

Itinerario:

Dallo spiazzo a Righi si segue a destra la strada asfaltata, Via delle Baracche, con segnavia che dopo un primo sali-scendi diviene pianeggiante e sterrata fino ad un bivio. Qui bisogna trascurare a destra la mulattiera pianeggiante e svoltare invece a sinistra nuovamente su asfalto seguendo ancora i in discreta salita fino alla vicina Osteria delle Baracche. In corrispondenza dell’Osteria si incontra un bivio di sentieri, vanno entrambi bene ma il sale a sinistra fino al crinale e si mantiene perlopiù nel versante settentrionale mentre procedendo dritti sul si procede in piano su esile sentierino (Sentiero delle farfalle). Questo taglia a mezzacosta il pendio in falsopiano passando alle pendici del Forte Puin poi, dopo circa 1 km si aggiunge il proveniente da destra da San Sebastiano. Proseguendo dritti, in circa 30 min. dalla partenza, si arriva al Passo Giandino mt. 460, dove bisogna svoltare a sinistra in salita seguendo il e AQ1 abbandonando così il   che conduce al Colle Trensasco. Si procede su distese prative e arbusti per poi addentrarsi quasi subito in un boschetto, dove il sentiero in alcuni punti diventa piuttosto esile. Dopo altri 5 min. si costeggia una neviera mt. 480 poi, sempre in moderata salita, si perviene, in 5 altri min. circa, alla Sella Ovest Monte Diamante mt. 555, insellatura prativa alla base del Monte del Diamante. Qui il sentiero appena percorso si incrocia col che ora seguiremo svoltando a destra su mulattiera lastricata di pietre che sale ripida e con molti tornanti permette di raggiungere la sommità del rilievo, dove sorge il Forte Diamante mt. 672, in altri 5 min. e 45 min. totali. Ritorno sullo stesso percorso in circa 35 min.

Galleria fotografica:

Commenti:

Escursione piacevole e non impegnativa ad un passo dalla città, adatto alle famiglie. Dal Forte si ha una bellissima visuale sulla Riviera di Ponente (in giornate limpide anche le Alpi Liguri) e sul Cento Città. Il percorso ufficiale, , in realtà inizia più a valle e precisamente in corrispondenza della Funicolare (segnavia nei pressi della fermata dell’autobus sul opposto lato della strada) e si riallaccia al percorso da me eseguito all’altezza della prima discesa su asfalto. Volendo, al ritorno, è possibile eseguire un anello ossia, ritornati alla Sella Ovest del Diamante continuare sul al quale poi si aggiunge il fino ad un colletto poco dopo il Forte Puin, dove si svolta a sinistra sul che in breve conduce all’Osteria delle Baracche. Oppure ancora si può ridiscendere dal sentiero dell’andata fino al Passo Giandino, dove si può svoltare a sinistra sul che dopo poco sfocia su ampia sterrata, che va seguita a destra percorrendola in piano fino a riallacciarsi al percorso d’andata sotto all’Osteria delle Baracche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *