Monte Proratado mt. 928

Il Monte Proratado è una montagna dell’Appennino Ligure, situtata sull’estremità nord-orientale dell’altopiano sommitale della Scaggia. Il versante sud è parzialmente erboso in alto e ricoperto da fitti boschi di latifoglie piu`in basso, mentre il versante nord è ripido e dirupato, inciso da impervi canaloni, poi ugualmente coperto da intricate boscaglie sovrastando il vallone del Rio San Martino. Qui propongo il semplice percorso da Lencisa, con deviazioni alle cime circostanti.

🏁 Punto di partenza: Lencisa  mt. 569

⚠️ Difficoltà:          E 

Sviluppo           

📈 Dislivello:          

⏱️ Tempi:              Andata 45 min. – Ritorno 30 min. + 20 min. (Garsello e Torbi) – Totale 1 ore 35 min.

📅 Data escursione:     02/03/2010

🚥 Periodi consigliati:  Autunno, Inverno ed inizio Primavera

🔎 Valutazione:        ⭐

Accesso:

Da Genova in autostrada A7 fino a Bolzaneto. Alla rotatoria seguire la SP35 fino a Pontedecimo. Arrivati a Pontedecimo, ad un semaforo svoltare a sinistra su SP5 che attraversa Campomorone. Alla fine dell’abitato svoltare a sinistra sul ponte e poi a destra su SP4. Giunti in località Vigo si svolta a sinistra attraversando un ponte con indicazione per Lencisa. La strada sale costantemente con qualche tornante e supera l’abitato di Torbi per poi giungere a Lencisa, dove , nello slargo che forma una piazzetta, si lascia l’auto.

Itinerario:

Da Lencisa mt. 569 ci si addentra fra le case e si svolta all’altezza di un ristorante , dove inizia il sentiero .Questo sale in un rado boschetto (con qualche sporadico panorama sul vicino Monte Figogna col Santuario della Madonna della Guardia) e con una serie di tornanti prende quota fino ad un cancello di legno, in 5 min. circa. Superato il sentiero sale ora decisamente meno ripido fino ad arrivare ,in altri 10 min. ,ad un intaglio roccioso. Qui si svalica ed appare la meta di giornata, il Monte Proratado. Si procede ora in piano per poi perdere leggermente quota fino ad una chiesetta con affianco e ben visibile la vicina Rocca Macca’. Superato un altro cancello in legno il sentiero diventa mulattiera ed attraversa dapprima un boschetto , poi un tratto prativo con alcuni appostamenti per cacciatori e poi nuovamente un boschetto di castagni. Quest’ultimo tratto e’ un po’ più ripido e la mulattiera diventa strada cementata per un breve pezzo. Terminata la strada cementata ci si ritrova in un pianoro prativo e con un ultimo tratto in salita si giunge ad un nuovo svalico alle pendici del Monte Proratado ,in circa 15 min. dalla chiesetta. Qui si svolta a destra, abbandonando il ,  per seguire il che sale ora fra arbusti ed erbette su crinale. Nell’ultimo tratto si passa su roccette ed in breve si giunge in vetta al Monte Proratado mt. 928 ,in 10 min. dal bivio e 45 min. totali. Qui il panorama spazia dal Monviso ai vicini Monte Pennello, Tobbio, Monte delle Figne, Figogna ,la catena dell’Antola ed il ponente Genovese. Ritorno sullo stesso percorso dell’andata ,ma con un paio di deviazioni….. ovvero, giunti a riallacciarsi al  ,lo si trascura procedendo invece dritti per poi superare una staccionata e seguire il sentiero che conduce ,in circa 5 min. ,alla rocciosa Rocca del Garsello mt. 842. Quindi si ritorna a ritroso ,in 5 min. circa, al e lo si segue scendendo fino alle vicinanze della chiesetta (ovviamente già costeggiata all’andata) dove, in corrispondenza di un grosso masso con indicato il segnavia , si piega a sinistra seguendo alcune labili tracce, che in breve conducono alla cima della Rocca Macca’ mt. 668 , anch’essa,come la Rocca del Garsello, affioramento roccioso adibito a palestra di roccia, in circa 20 min. dal bivio. Ritornati nuovamente sul sentiero principale si raggiunge in breve la chiesetta e, invece di seguire il sentiero dell’andata, superato il cancello in legno si piega a sinistra su tracce che portano a percorrere il crinale erboso e a raggiungere ,in circa 10 min. ,la cima del Monte dei Torbi mt. 743. Scendendo ora su crestina mista di erba e roccia si sbuca in breve all’intaglio roccioso e da qui sul in altri 10 min. a Lencisa. 

Tempi

Andata                                   45 min. 

Ritorno                                   30 min. + 10 min. (Rocca Garsello) + 10 min. (Monte dei Torbi)           

Totale                       1 ora    35 min.

Data escursione:    02/03/2010

Periodi consigliati:   Autunno,Inverno ed inizio Primavera

Galleria fotografica:

Commenti:

Escursione piacevole e non molto impegnativa, nata come completamento di un’escursione di qualche anno fa’( Giro da Acquasanta a Punta Martin ) che, data la lunghezza del percorso, non prevedeva le vette toccate oggi. Sono rimasto piacevolmente colpito dal panorama che si gode dalla vetta, soprattutto sul Monviso.

Precedente Castell'Ermo mt. 1094 ,Circo du Barei e Monte Nero mt. 981 Successivo Monte Pennone e Bric Pidocchio mt. 801-815

Lascia un commento