Crea sito

Cima Mulaz mt. 2906

Il Monte Mulaz è una montagna delle Dolomiti, facente parte del gruppo delle Pale di San Martino. Il Mulaz, a differenza delle principali vette del Gruppo delle Pale di San Martino, si può salire con un’escursione priva di particolari difficoltà tecniche. La salita è possibile sia dal Passo Rolle, sia da Falcade che dalla Val Venegia, quest’ultima come vado a descrivere.

🏁 Punto di partenza: Malga Venegia mt. 1778

⚠️ Difficoltà:           E, EE dal Passo alla vetta 

Sviluppo:           

📈 Dislivello:           

⏱️ Tempi:              Andata 2 ore 50 min. – Ritorno 1 ora 40 min. – Totale 4 ore 30 min.

📅 Data escursione:      19/08/2008

🚥 Periodi consigliati:    Da Giugno a Settembre

🔎 Valutazione:         ⭐⭐⭐⭐

Accesso:

Itinerario:

Dal parcheggio della Malga Venegia mt. 1778 si procede su strada sterrata ex militare quasi sempre pianeggiante, che costeggia il Torrente Travignolo, raggiungendo la graziosa Malga Venegiota mt. 1824, in 30 min. circa. Oltrepassata la malga si continua ancora su sterrata per circa 5 min. poi, ad un bivio bisogna svoltare a sinistra ed entrare nel bosco. Dopo un centinaio di metri si incontra un bivio ove bisogna trascurare il sentiero di sinistra che conduce alla Forcella Venegia e Forcella Venegiotta e svoltare invece a destra, seguendo le indicazioni per il Rifugio Mulaz, su sentiero 710 “Quinto Scalet”. Il sentiero dapprima sale nel fitto bosco di abeti e larici, poi gradualmente viene sostituito da massi e larici, quindi da soli larici e rododendri, fin quando si incontra un bivio. Qui si trascura il sentiero a destra, che conduce alla Baita Segantini, e si prosegue su quello di sinistra, sempre 710, che sale ora con una miriade di tornanti mai troppi ripidi sul lato destro orografico. Superato poi un tratto attrezzato con cavi metallici, con ancora qualche tornante, si sbuca su un pianoro detritico e da questo con un ultimo strappo non molto ripido, rasentando delle pareti rocciose, con qualche tornante su sfasciumi si arriva al Passo Mulaz mt. 2619, in circa 1 ora 40 min. dalla Malga Venegiota e 2 ore 10 min. totali. Si prosegue ancora per poche decine di metri sul sentiero principale per poi svoltare a sinistra su traccia, con qualche segno ( –  ), che inizia piuttosto ripida con numerosi zig-zag su sfasciumi su ghiaie rosse fino ad un alto forcellino sopra un salto. Poi, dopo 20 min. circa, il sentiero piega a destra e diventa quasi pianeggiante su ampio cengione ed il altri 20 min. si raggiunge comodamente la Cima Mulaz mt. 2906, in 2 ore 50 min. totali. Sulla vetta è posta una strana struttura di metallo riempita di pietre con croce e campana. Bella la visuale su Falcade e la Valle del Biois e sulla sottostante Val Venegia a strapiombo. Si ridiscende in circa 20 min. al passo e qui, volendo, si può andare a vedere il vicino Rifugio Volpi al Mulaz mt. 2571. Per fare ciò bisogna, al bivio dell’andata, svoltare a sinistra ed in leggera discesa lo si raggiunge in 5 min. circa. Si ritorna quindi al Passo in 10 min. circa, per poi effettuare lo stesso percorso dell’andata fino al parcheggio, in altri 1 ora 10 min. circa.

Galleria fotografica:

Commenti:

Gran bella vetta, semplice da raggiungere e con percorso piacevole e vario. Malgrado sia stata una giornata dal meteo stupendo, solo nel periodo in cui sono stato in vetta si è formato un grosso nuvolone che si è addossato alla parete ed ha stazionato tutto il tempo, mantenendomi così nella nebbia e precludendomi l’eccezionale panorama che si gode da questa vetta. Cima piuttosto aerea, prestare la massima attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *