Alpi Liguri

Le Alpi Liguri costituiscono il tratto iniziale delle Alpi, a cavallo fra Piemonte, Liguria e Francia. Secondo la Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino le Alpi Liguri sono una sezione alpina a sé stante. Sono comprese fra il colle di Cadibona (o bocchetta di Altare), che le separa ad est dall’Appennino ligure, e il colle di Tenda, che le divide ad ovest dalla sezione delle Alpi Marittime e Prealpi di Nizza. Secondo la vecchia Partizione delle Alpi del 1926 non costituivano invece una sezione autonoma ma un gruppo delle Alpi Marittime, e precisamente quello più orientale (gruppo “1a”). I limiti erano i medesimi ma il Colle di Tenda le divideva da un altro gruppo delle Alpi Marittime, quello delle Alpi del Varo (gruppo “1b”). La recente classificazione internazionale SOIUSA invece le considera come un tratto alpino a sé stante e non facente parte delle Alpi Marittime ma delle Alpi Sud-occidentali. Le sottosezioni individuate sono due, separate tra loro dal Colle di Nava, e sono la sottosezione delle Prealpi Liguri (ulteriormente divisa in 3 gruppi) e la sottosezione delle Alpi del Marguareis (divisa anch’essa in 5 gruppi: Gruppo del Saccarello,
Gruppo del Marguareis, Gruppo Testa Ciaudon-Cima della Fascia, Gruppo Mongioie-Mondolè,
Gruppo Pizzo d’Ormea-Monte Antoroto). Dal colle di Cadibona il profilo orografico tende a innalzarsi gradualmente, mantenendosi sempre al di sotto dei 1400 m s.l.m. In questo tratto, denominato savonese-finalese, le cime più alte sono il monte Carmo di Loano (1389 mt), il monte Settepani (1386 mt) ed il bric dell’Agnellino (1335 mt). Dopo il colle di San Bernardo di Garessio (957 mt), il paesaggio diventa nettamente più alpino e si superano i 1500 mt con le vette del monte Galero (1708 mt), del monte Dubasso (1545 mt), del monte Armetta (1739 mt) e del monte della Guardia (1658 mt). A ovest del colle di San Bernardo di Mendatica (1263 m) la displuviale principale della catena si eleva rapidamente al di sopra dei 2000 mt, fino alla cima del monte Saccarello (2201 mt), la più alta del settore imperiese. A partire dalla cima del monte Saccarello, lo spartiacque si ramifica in più direzioni ma lo spartiacque principale è tuttavia quello che delimita la valle del Roja fino al colle di Tenda. In questo tratto, su cui corre il confine amministrativo tra il Piemonte ed il Dipartimento delle Alpi Marittime, si ergono alcune delle cime più alte delle Alpi Liguri. Le principali vette delle Alpi Liguri sono: la Punta Marguareis (2651 mt , la vetta piu`alta), Monte Mongioie (2630 mt), Cima delle Saline (2612 mt), Monte Bertrand (2482 mt), Pizzo d’Ormea (2476 mt), Monte Mondolè (2382 mt), Monte Besimauda o Bisalta (2231 mt) e Monte Saccarello (2201 m)
.

 

Versante Ligure (14)

Monte Toraggio e Monte Pietravecchia ⭐⭐

Punta Alzabecchi ⭐⭐

Monte Varatella e Monte Ravinet ⭐⭐

Castell’Ermo ,Circo du Barei e Monte Nero ⭐⭐

Rocca Barbena ⭐⭐

Monte Dubasso e Monte Armetta ⭐⭐

Monte Carmo di Lano ⭐⭐

Monte Ceppo ⭐⭐

Monte Acuto ⭐⭐

Cima e Balconi di Marta ⭐⭐

Monte Abellio ⭐⭐

Monte Saccarello ⭐⭐

Monte Galero⭐⭐

Monte Monega⭐⭐


Versante Piemontese (17)

Monte Bertrand ⭐⭐

Cima delle Saline ⭐⭐

Monte Mongioie ⭐⭐

Monte Mondolè ⭐⭐

Bric Mindino ⭐⭐

Monte Bertrand e Cima Missun ⭐⭐

Monte Antoroto e Monte Grosso ⭐⭐

Cima Ciuaiera

Cima Cars ⭐⭐

Cima delle Colme e Rocca dei Campanili ⭐⭐

Monte Jurin ⭐⭐

Punta Marguareis  ⭐⭐

Pizzo d’Ormea  ⭐⭐

Cima Pian Ballaur, Cima delle Saline e Cima della Brignola ⭐⭐

Monte Besimauda (Bisalta) ⭐⭐

Monte Baussetti e Cima Robert ⭐⭐

Cima la Gardiola ⭐⭐

Bric Campanino ⭐⭐