Sassongher  mt. 2665

PUNTO DI PARTENZA:

Utia Col Pradat mt. 2038 raggiungibile in cabinovia da Colfosco

ITINERARIO:

Dall' Utia Col Pradat mt. 2038 si scende leggermente su sterrata sent. 3, fino ad un colletto prativo. Qui si abbandona la sterrata ,per seguire il sentiero 4A ,che procede esile in falsopiano fra i pini mughi ,alla base delle pareti sud-ovest del Sassongher. Dopo circa 15 min. il sent. 4A si congiunge al più ampio 4 ,proveniente da Colfosco , si svolta quindi a destra seguendolo in  moderata salita fino ad un edicola votiva ,ed una volta superata si continua fino ad incontrare un bivio, in altri 5 min. circa. Qui si abbandona il 4 per svoltare invece a destra seguendo il 7 ,che inizia subito a prendere quota con una discreta serie di tornantini. Terminati i tornanti si procede su una cengia leggermente esposta ma ampia, alla base di verticali pareti ,dalle quali fuoriesce una risorgiva d'acqua. Oltrepassata la cengia si procede fra erbette e con ulteriori numerosi tornanti si arriva agevolmente, in 35 min. dall'inizio del  sent. 7 e 55 min. totali, alla Forcella Sassongher mt. 2435. Trascurato a sinistra il sentiero che scende nella detritica Val Juel con segnavia 5 ,che conduce al Rifugio Gardenaccia, e 7, che conduce all'abitato di Funtanacia, si svolta a destra sempre sul 7 ,che ora procede in ripida salita su terreno sabbioso ,sormontato da rocce e modesti pinnacoli. Questo, con ulteriori tornanti, permette di raggiungere ,in  10 min. circa, l'attacco della ferrata, in corrispondenza di un risalto roccioso. Qui vi sono un paio di possibilità di percorsi ,ugualmente semplici. Superato in circa 10 min. (salvo traffico) il tratto attrezzato, si ritorna a percorrere un semplice sentiero che ,con ancora qualche tornante, risale il ripido pendio detritico fino a raggiungere ,in altri 15 min. ed 1ora 30 min. totali ,la vetta del Sassongher mt. 2665. Panorama spettacolare a picco sulle sottostanti Corvara, Colfosco e La Villa ,ma soprattutto sul Sella, Sassolungo, Marmolada, Puez, Odle , Croda di S. Croce , La Varella e Conturines e sul vicino Sass Ciampac. Ritorno sullo stesso percorso fino all'incrocio col 4A in 40 min. circa, ma ,ora trascurandolo, si procede sempre sul 4 fino ad incontrare la sterrata che conduce al Col Pradat. Qui si piega a destra e la si segue (oppure si taglia per prati seguendo il percorso dello skilift), costeggiando poi il Rifugio Edelweiss mt. 1840, e raggiungendo infine il parcheggio degli impianti per il Col Pradat in altri 30 min.          

DIFFICOLTA':

EE  Con attrezzatura da ferrata

TEMPI:

Andata       1 ora  30 min.

Ritorno       1 ora  10 min. 

Totale        2 ora  40 min.   

DATA ESCURSIONE:

10/08/2010

COMMENTO:

E'la montagna simbolo dell'Alta Badia , che vedendola da Corvara appare inaccessibile. Invece si può raggiungere con relativa facilità e permette di godere di un panorama strepitoso sui sottostanti paesi e sui vicini gruppi Dolomitici. Il tratto attrezzato e' decisamente semplice, ma per maggiore sicurezza ,se lo si ha ,il kit da ferrata e' bene utilizzarlo, tanto più se le rocce dovessero essere bagnate. Con mio stupore ,giunto al parcheggio degli impianti del Col Pradat ,ho constatato che gli stessi erano in funzione (mai visti in funzione in estate in tanti anni di villeggiatura). Pertanto ,appurato che l'Utia Col Pradat era munito di giochi per bambini ,e che mia moglie e mia figlia non avevano una gran voglia di camminare ,ne ho usufruito risparmiandomi così qualche centinaio di metri di dislivello. L'unico problema e' che dal Col Pradat la via più logica per salire al Sassongher e' percorrere il sentiero 4A ,che ha il pregio di essere praticamente in piano ,ma il difetto di essere stretto e superare le carovane di persone che passeggiano lentamente e' praticamente impossibile, e per uno come me che cerca di andare spedito non e' proprio il massimo.....quindi se decidete di percorrerlo e avete fretta fate come me, armatevi di pazienza ! 

PERIODI CONSIGLIATI:

Da Giugno a Ottobre

GALLERIA FOTO:

Il Sassongher dal Col Pradat

Al colletto il bivio per il sentiero 4A

Carovane di persone sul sentiero 4A

L'edicola votiva

Il bivio con il sentiero 7

Il Sassongher dai primi tornantini prima della cengia

Il Sassongher dall'inizio della cengia

Fra prati e roccette prima della Forcella Sassongher

La Val Juel dalla Forcella Sassongher

 

Il sentiero da seguire alla Forcella Sassongher

L'attacco della ferrata

La ferrata

Gli ultimi tornantini sotto la vetta

La croce di vetta con dietro Odle e Puez

Le Odle e il Puez dalla vetta

Il Sassolungo e il vicino Sass Ciampac

Il Sella

La Villa e la Croda di S. Croce

Corvara

     Torna a Itinerari                        Torna a Home