Monte Bano mt. 1035

PUNTO DI PARTENZA:

Montoggio Loc. Carpi Superiore mt. 500 circa

ACCESSO:

Dalla Val Bisagno si procede fino ad arrivare in Via Pedullà. Qui si svolta a sinistra su ponte ed ora si svolta a destra. Si continua dritti per poco, fino a svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per Creto su SP13 che sale con frequenti tornanti superando San Siro di Struppa e poi Aggio. Con ancora qualche tornante si arriva a Creto. Si procede sempre sulla strada principale che attraversa i paesini Acquafredda e poi Tre Fontane per poi scendere verso Montoggio. Ad uno stop si svolta a destra e dopo essere entrati in Montoggio si svolta a destra su una stradina che porta con qualche curva alla Loc. Carpi Superiore, dove in un ampio spiazzo si può lasciare l'auto.

ITINERARIO:

Da Carpi Superiore inizia il sentiero   con qualche arbusto di troppo. Il sentiero sale subito ripido nel bosco , per poi diventare per un breve tratto in falsopiano costeggiando un torrente (in secca) . Si svolta a sinistra e lo si attraversa salendo ora più ripido e con infinita serie di tornanti sempre all'interno del fitto bosco di castagni. In circa 40 min. si arriva ad uno svalico ,si esce momentaneamente dal bosco e la vista si apre al sottostante Lago di Val Noci e al dirimpettaio Monte Alpesisa. Qui si aggiunge anche il segnavia proveniente da Tre Fontane. Si continua a salire ancora con altri tornanti fino ad un punto dove bisogna prestare attenzione a non sbagliare percorso, in quanto l'evidente sentiero procede dritto sul versante nord, mentre per la vetta bisogna svoltare a destra con  segnavia non ben visibili posti su un albero. Ora si tagliano in piano le pendici del Monte Bano per un breve tratto, per poi svoltare a sinistra e risalire il ripido pendio misto di erba e roccette fino a giungere in vetta al Monte Bano mt. 1035, in circa 1 ora 10 min. totali. La vista spazia dall'arco Alpino al Golfo di Genova ,la zona dell'Antola e dell'Aiona nonché dei vicini Alpesisa e Candelozzo. Ritorno sullo stesso percorso dell'andata.

DIFFICOLTA':

E,il percorso non presenta alcuna difficoltà

TEMPI:

Andata                      1 ora    10 min.

Ritorno                                 40 min..

Totale               1 ora  50 min.

DATA ESCURSIONE:

11/03/2009

COMMENTO:

Da come era infrascato il sentiero ad inizio percorso mi fa pensare che non sia molto frequentato. Abbastanza anonima e noiosa la salita fino allo svalico ,poi sicuramente più varia e panoramica.

PERIODI CONSIGLIATI:

Autunno,Inverno e inizio Primavera. Evitare i mesi caldi.

GALLERIA FOTO:

Il Monte Bano ad inizio percorso

 

Oltre lo svalico verso la vetta

L'ultimo ripido pendio

In vetta visuale sull' Antola e sulle cime della Val d'Aveto

L'Alpesisa e il Golfo di Genova

Le Alpi Occidentali

In lontananza le vette della Val d'Aveto  

Antola,Cremado,Duso e Prela'

Il vicino Candelozzo

Genova

Il Lago di Val Noci

   Torna a Itinerari                                 Torna a Home