Monte Alfeo mt.1651

PUNTO DI PARTENZA:

Bertone mt. 1068

ACCESSO:

Da Genova seguire la SS45 che procede in direzione di Bargagli, lo si supera e si prosegue superando la Galleria della Scoffera poi dopo qualche km si svolta a destra seguendo le indicazioni per Torriglia. Superate le gallerie si trascura la deviazione a destra che conduce a Torriglia e si procede sempre dritti sulla SS45. Si supera anche Montebruno e si continua fino a Gorreto. Qui si svolta a sinistra e si giunge in una piazzetta. Si procede ora a sinistra ed in fondo alla salita si svolta ancora a sinistra. Dopo pochi metri si svolta invece a destra su una stradina con l'indicazione per Barchi che si raggiunge e si supera procedendo sempre sulla strada principale che negli ultimi km prima di arrivare all'abitato di Bertone diventa un po' stretta. Giunti all'inizio di Bertone si lascia l'auto in un piccolo spiazzo.

ITINERARIO:

Da Bertone mt. 1068 ci si addentra fra le viuzze del paese. Ad un certo punto ,nei pressi di una casa attraversata da un arco,vi e' un'indicazione  per il Monte Alfeo con i segnavia   . Questa va trascurata proseguendo invece per pochi metri a destra ,fino all'indicazione del CAI   n°111  (FIE). Si segue quindi questa bella e ripida mulattiera con muretti a secco che passa fra prati e rado boschetto. In circa 25 min. si arriva ad un bivio,dove si tralascia il sentiero sulla destra ,che conduce ad Ottone ,e si svolta invece a sinistra sempre sul 111 e . Dopo altri 20 min. di moderata salita fra prati e boschi si arriva ad un altro bivio; si trascura a sinistra il sentiero 111a e si svolta a destra sempre sul 111. In questo punto svettano una serie di mastodontici faggi secolari. Il sentiero ora diventa piuttosto ripido in fitta faggeta sempre su 111 ed ora il  (trascurato ad inizio percorso). In circa 30 min. dal precedente bivio si esce dal bosco ed in altri 5 min. si giunge sul crinale erboso. Qui una palina indica la deviazione a destra per il sentiero 115 ,che conduce a Ottone e Campi, mentre procedendo a sinistra ancora 111 ora su tracce che costeggiano una staccionata ,si arriva ,in circa 10 min. e 1 ora 30 min. totale ,in vetta al Monte Alfeo mt. 1651, dove e' posta una bella statua raffigurante la Madonna. Il versante sud e' caratterizzato da prati fino a circa 1400 mt.  mentre il versante nord e' boscoso fino in vetta. Per la discesa o si effettua lo stesso percorso dell'andata oppure si può eseguire un anello scendendo dal versante opposto seguendo il segnavia 119 ,che conduce al Monte Carmo, ed il    . Questo sentiero scende subito piuttosto ripido ,perdendo velocemente quota e mantenendosi più o meno sul crinale conduce,in circa 20 min. ,ad un bivio. Qui si tralascia il sentiero 119 ,che prosegue dritto, per svoltare invece a sinistra sul 111a ,trascurato all'andata, e     ora all'interno di una bella faggeta in falsopiano. In circa 10 min. si arriva al bivio dell'andata e di qui sul 111 fino a Bertone in 20 min. circa .
 

DIFFICOLTA':

E,il percorso non presenta alcuna difficoltà ,in inverno con neve diventa EE.

TEMPI:

Andata                       1 ora   30 min.

Ritorno                       1 ora  

Totale                2 ore  30 min.  

DATA ESCURSIONE:

02/05/2009

COMMENTO:

Il Monte Alfeo e' ,a mio giudizio , una delle più belle montagne dell'Appennino Ligure. La sua cima ha l'aspetto di una grossa piramide. E' boscoso il versante nord mentre quello sud lo e' fino a circa 1400 metri di quota, il resto e' prativo. Offre un ottimo panorama sulla catena dell'Antola  e sui monti della Val d'Aveto. Questo percorso e' molto piacevole e consente di effettuare in parte un anello. Bellissimi i maestosi faggi secolari incontrati sul sentiero 111 subito dopo il bivio col 111a.

PERIODI CONSIGLIATI:

Tutto l'anno

TRACCIA GPS:

  

GALLERIA FOTO:

Il Monte Alfeo

All'inizio di Bertone

Bertone visto dal sentiero 111

Usciti dal bosco appare in lontananza la statua in vetta

Paline sul crinale

L'ultimo pendio erboso

Il grande pianoro di Pra di Co

La statua sulla vetta

Il Monte Lesima

I monti della Val d'Aveto

Il crinale da effettuare in discesa

    Torna a Itinerari                                 Torna a Home