Forte Monteratti e Forte Richelieu mt. 560-415

PUNTO DI PARTENZA:

Genova Camaldoli mt. 300 capolinea Bus n° 67

ACCESSO:

Da Genova si procede in Via Torti per poi svoltare a sinistra su Via Donghi.Finita Via Donghi si continua su Via Berghini fino a dove termina l'asfalto, in corrispondenza del capolinea del Bus n°67 e del Villaggio della Carità "Don Luigi Orione",dove nel piazzale si può lasciare l'auto.

ITINERARIO:

Dal capolinea del Bus n°67 ai Camaldoli mt. 300, si segue la strada cementata ,chiusa al traffico veicolare da una catena, che sale costeggiando le mura del Villaggio della Carità "Don Luigi Orione". Dopo una prima ripida rampa si effettua una curva piegando così a destra. Qui si continua dritti trascurando una traccia sulla destra, dalla quale sbucheremo al ritorno. In breve diventa sterrata in costante salita all'interno del bosco. Trascurando alcune deviazioni ,si procede sempre sulla sterrata principale che ,dopo circa 15 min. ,diventa pianeggiante in corrispondenza del diradarsi del bosco. Dopo poco si trascura un sentierino che sale a destra, con un segno rosso posto su un masso (sentiero che conduce al Forte Richelieu e che percorreremo al ritorno) ,e si continua a procedere su sterrata che, in altri 5 min. ,conduce al cancello della cava abbandonata. Superato il cancello si attraversa poi il piazzale e ci si mantiene sulla sinistra fiancheggiando alcune costruzioni. Dopo l'ultima di esse si scende  leggermente alla parte inferiore della cava, per poi salire una rampa e svoltare a sinistra ,seguendo ora un sentierino che procede in piano verso Ovest fra arbusti e ginestre. Dopo circa 15 min. si arriva ad uno slargo ,dove si incontrano alcune tracce. Trascurando la traccia a destra, che sale ripida su crinale fra gli arbusti (da effettuare al ritorno), e quella a sinistra che scende, si procede invece dritti sull'evidente traccia che, in moderata ma costante salita all'interno di un bosco di castagni ,conduce in altri 20 min. ad un bivio. Qui si segue la traccia a destra (qualche segno giallo) e dopo ancora un breve tratto all'interno del bosco, ne si esce percorrendo così un tratto più aperto e panoramico fra i prati ,giungendo ad un tornante, dove sbuca la traccia che saliva ripida per crinale trascurata precedentemente. Con un ultimo breve tratto in moderata salita si arriva ,in altri 5 min. dall'ultimo bivio ed 1 ora totale, all'ingresso del Forte Monteratti mt. 560 (al cui interno si può entrare e salendo nel terrazzamento superiore si può ammirare il bellissimo panorama che offre). Usciti dal Forte si ritorna al tornante sottostante e si svolta a sinistra , scendendo sulla ripida traccia di crinale, evitando così il bosco di castagni, per poi ritornare, in circa 25 min. dal Forte, alla cava. In ulteriori 5 min. si ritorna alla deviazione con segnale rosso ,la si segue in salita su sentierino che costeggia alcune costruzioni ed in breve conduce al crinale erboso. Si segue ora la traccia che punta verso Sud-Ovest fra i resti di fortificazioni dell'ultima guerra e conduce ,in altri 5 min. dalla deviazione e 35 min. totali dal Forte Monteratti, a costeggiare il Forte Richelieu mt. 415. Si scende ora su sterrata un po'dissestata fino ad un tornante, dove la si abbandona per procedere dritti su traccia che segue il crinale fra arbusti ,sbucando poi su un'altra sterrata. Si trascura quest'ultima per continuare ancora dritti su traccia che esce dalla vegetazione in corrispondenza della curva di inizio percorso e da qui in breve al piazzale in circa 10 min. dal Forte Richelieu.              

DIFFICOLTA':

T l'unica difficoltà e' la mancanza di segnaletica ,ma i sentieri sono evidenti e piuttosto intuitivi.

TEMPI:

Andata           1 ora

Ritorno                     45 min.

Totale        1 ora 45 min.

DATA ESCURSIONE:

09/06/2010

COMMENTO:

Escursione piacevole e non impegnativa ad un passo dalla città su percorso molto ben curato ma non segnato. Dal Forte si ha una bellissima visuale sulla città e sui monti che la attorniano (Forte Diamante,Alpesisa,Candelozzo, Fasce) e sulla Riviera di Ponente fino alle Alpi Liguri.

PERIODI CONSIGLIATI:

Autunno,Inverno e Primavera evitare i mesi caldi.

GALLERIA FOTO:

Nella curva dopo la prima rampa trascurare la traccia a destra

In vista della cava

la cava abbandonata

Il Forte Monteratti spunta fra gli alberi

La cava e il Forte Richelieu

Il Forte Monteratti

Verso l'ingresso

Genova dall' interno del Forte

L' Alta Val Bisagno con Alpesisa e Candelozzo

Il Monte Fasce

Genova e la Riviera di Ponente

Il ripido crinale effettuato al ritorno

La Val Bisagno sormontata dal crinale con i Forti

Verso il Forte Richelieu

L'ingresso del Forte Richelieu

Il Forte Monteratti dal Richelieu

    Torna a Itinerari                                 Torna a Home