Grande Sassiere mt. 3751

PUNTO DI PARTENZA:

Le Saut  mt. 2298

ACCESSO:

Da Genova con l'autostrada A10 fino a  Voltri, poi si svolta a destra su A26 fino ad Alessandria ,dove si svolta nuovamente a destra in direzione di Torino sulla A21 ,che seguiremo superando Asti proprio fino a Torino. Qui si procede poi sulla Tangenziale Sud ,seguendo le indicazioni per Bardonecchia, per poi continuare sulla A32 fino a Susa. Usciti dall'autostrada si seguono le indicazioni per il Colle del Moncenisio e ,dopo averlo raggiunto, si procede poi su D1006 in territorio Francese scendendo fino al paese di Lanslevillard. Qui si segue per un breve tratto la D115 che attraversa il paese, per poi immettersi nella D902 che percorre la Val d'Arc in direzione del Col d'Iseran , superando i paesi di Bessans e Bonnevat sur Arc .Oltrepassato quest'ultimo si svolta a sinistra e si prende quota con parecchi tornanti raggiungendo appunto il Col d'Iseran. Da questo si scende con ancora parecchi tornanti giungendo a Val d'Isere. Superato il paese si procede in direzione di Tignes percorrendo alcuni tunnel. Ad un certo punto ,fra due tunnel vi e' una deviazione sulla destra senza segnalazione. Qui si svolta e si risale per qualche km con ulteriori tornanti fin quando la strada asfaltata termina ,in corrispondenza della piccola diga di Le Saut, dove li lascia l'auto in un ampio spiazzo.    

ITINERARIO:

Dallo spiazzo si raggiunge in breve una palina e qui si piega a sinistra ,su prati ,puntando verso Nord. Una ripida traccia consente di prendere subito quota ,per poi piegare verso sinistra ad aggirare il costone erboso soprastante. Poi ,in moderata salita ,si approda su di una vasta distesa prativa con bella visuale sul sottostante Lac du Chevril. Dopo circa 40 min. si incontra un bivio di tracce non segnato (vanno bene entrambe: dritti e' un pò più ripido ,a sinistra compie un giro più ampio) ,dove si procede dritti ed in breve si attraversa un breve canalino roccioso. Superato il canalino si ritorna a salire moderatamente su distese prative e, in altri 40 min. ed 1 ora 20 min. totali, si giunge sulla sommità del costone erboso che sovrasta il punto di partenza del percorso. Si procede ora su facili roccette che, in altri 30 min. ,conducono alla sommità della cresta rocciosa ,che ora diventa un ripiano detritico. Perdendo leggermente quota si raggiunge, in altri 10 min. e 2 ore totali, una piccola insellatura detritica , superata la quale si ritorna a salire con qualche tornantino su sfasciumi, incontrando poi ,dopo ulteriori 10 min. , una modesta paretina con un passaggio di I° grado su facili roccette. Con ancora qualche tornantino si giunge ad un punto in cui ci si porta ,in altri 15 min. ,sul versante Nord della cresta ,andando a sovrastare il Ghiacciaio della Sassiere. Si procede puntando verso la meta ,su esile traccia che si mantiene qualche decina di metri sopra al ghiacciaio, fino ad un punto in cui si arriva a toccarlo ,in altri 20 min. circa e 2 ore 45 min. totali. Ora sulla cresta Est si cammina parallelamente al ghiacciaio, alla nostra sinistra ,e con alla nostra destra lo strapiombo verso Le Saut. Dopo poco la pendenza aumenta e si risale ,con qualche ampio tornantino su facili roccette, giungendo, in 10 min. circa, ad una spalla superiore, dove il ghiacciaio va ad appoggiarsi alla sommità della Grande Sassiere. Adesso il percorso si impenna e con una serie di ripidi tornantini su detriti si raggiunge ,in 1 ora 10 min. e 4 ore 05 min. totali ,la vetta della Grande Sassiere mt. 3751. Panorama davvero spettacolare a Nord sulla catena del Monte Bianco ,a Nord-Est su Gran Combin, Dent'Herens, Cervino e Rosa, ad Est Grivola e Gran Paradiso ,a Sud-Est il vicino Tsanteleina con dietro Gran Ciamarella e L'Albaron , a Sud il Pointe de Charbonnel con dietro il Monviso, a Sud-Ovest la Gran Motte e la Gran Casse con dietro l'Ailefroid e ad Ovest il Mont Pourri. Ritorno sullo stesso percorso dell'andata in 2 ore 10 min. circa.

                                                

DIFFICOLTA':

EE in condizioni estive

TEMPI:

Andata       4 ore 05 min.

Ritorno      2 ore  10 min. 

Totale       6 ore 15 min.   

DATA ESCURSIONE:

06/09/2011

COMMENTO:

Il viaggio e' davvero lungo ed estenuante ,soprattutto se ,come nel mio caso, si effettua la gita in giornata, ma la bellezza della luogo ripaga di tutto. Questo percorso ,non eccessivamente difficoltoso e nemmeno stancante ,consente di arrivare ad una meta prestigiosa ,con altitudine impensabile per un semplice escursionista, e consente di ammirare un panorama da urlo a 360° sulle più importanti vette Valdostane e su svariati ghiacciai nel versante Francese. Il percorso, come ho già detto ,non presenta particolari difficoltà ,anche se bisogna trovarlo nelle condizioni in cui l'ho trovato io (o forse anche migliori vista la neve ed il ghiaccio negli ultimi 100 metri). La prima parte di percorso ,fino al ghiacciaio ,non e' molto entusiasmante, mentre la seconda parte e' davvero affascinante ,dovendo costeggiare il Ghiacciaio della Sassiere coi suoi crepacci a sinistra e lo strapiombo su Le Saut a destra. Gita consigliatissima!                

PERIODI CONSIGLIATI:

Da Luglio a Settembre

TRACCIA GPS:

       

GALLERIA FOTOGRAFICA


      Torna a Itinerari                        Torna a Home